........attendi qualche secondo.

#adessonews ultime notizie, foto, video e approfondimenti su:

cronaca, politica, economia, regioni, mondo, sport, calcio, cultura e tecnologia.

per le ricerche su Google, inserisci prima delle parole di ricerca:

#adessonews

 

Vacanze, per Pasqua tornano i turisti (ma nelle città d’arte sono solo la metà) #adessonews


Vacanze, a Pasqua tornano i turisti (ma nelle città d'arte sono la metà)Vacanze, a Pasqua tornano i turisti (ma nelle città d'arte sono la metà)

A Firenze, per Pasqua il 70% delle camere degli alberghi sarà occupato. A Roma e Venezia le aspettative sono inferiori ma comunque si parla del 50% di posti prenotati. Italiani, ma anche dal resto d’Europa e soprattutto dagli Stati Uniti. Riparte il turismo in Italia. Nonostante la guerra in Ucraina e la pandemia ancora in corso, c’è «voglia di vacanze» dicono gli albergatori, anche se a bassa voce. Parlano infatti di «cauto ottimismo» perché le prenotazioni stanno arrivando e, anche se i numeri del 2019 sono ben lontani (a Firenze per esempio, il confronto con il 2019 vede ancora un meno 66% di arrivi) e anche il 2022 rischia di essere il terzo anno consecutivo di segni meno, qualcosa torna a muoversi.

Città d’arte, alcuni borghi del vino, le più rinomate località di mare (Capri, Ischia e Costiera Amalfitana su tutte), la settimana di Pasqua fa ben sperare gli operatori del settore tra i più colpiti dalla pandemia con perdite di fatturato anche dell’80% e milioni di presenze in meno. Per queste vacanze di Pasqua gli italiani sono i primi pronti a partire, anche se la loro capacità di spesa, riflettono gli albergatori, «non potrà essere molto alta», il che si traduce in prenotazioni last minute, per pochi giorni e in camere economy. Ma cominciano ad esserci anche gli stranieri, di solito disposti a spendere di più. Molti europei, tedeschi e del Nord Europa soprattutto, felici di tornare in Italia dove troveranno anche molte meno restrizioni anti-Covid rispetto ai mesi scorsi. Americani e canadesi. Anche se subito dopo lo scoppio della guerra in Ucraina, in molti hanno disdetto – nella Capitale soprattutto -, nei giorni successivi le cancellazioni si sono fermate. «The war is far», la guerra è lontana, hanno spiegato ad alcuni albergatori della Costiera Amalfitana dove al momento tutte le prenotazioni risultano confermate, incluse quelle di turisti da Israele.

Ma «resta l’incertezza», spiega Giuseppe Roscioli, presidente di Federalberghi Roma. Il turismo nella Capitale è composto al 72% da stranieri, di questi «il 50% arriva da quelle parti di mondo che ancora non può viaggiare: Russia, Cina, Sud-Est asiatico, Sudamerica, tutta una clientela che c’è più e che non sappiamo quando potrà tornare». Questo si traduce nel 50% di presenze in meno negli alberghi, quelli rimasti aperti. Perché in città almeno 250 alberghi non hanno riaperto e «chissà se mai riapriranno», dice Roscioli.
In Veneto, meta molto amata dai russi, la guerra porterà un milione di turisti in meno di turisti pari ad una perdita di circa 25-30 milioni di euro. Il turismo russo , insieme con quello asiatico, è un turismo di lusso fatto di hotel a 4-5 stelle e capacità di spesa molto alta, tra boutique e ristoranti. In Trentino, gli albergatori lamentano lo stop delle prenotazioni, soprattutto in quota, ma ai laghi sono attesi tedeschi e inglesi: «Stanno dando buoni segnali, così come i tedeschi che sul Garda ad esempio pesano e prenotano», dice Gianni Battaiola, presidente dell’Associazione albergatori del Trentino.

Rispetto alla Pasqua 2021, quando l’Italia fu dichiarata zona rossa, «quest’anno c’è molto più movimento – riflette Roscioli – ma certo non è quello che ci aspettavamo, soprattutto dopo gennaio e febbraio che sono andati malissimo». Per Maria Carmela Colaiacovo, presidente di Associazione Italiana Confindustria Alberghi, «è molto complicato riuscire a delineare con chiarezza l’andamento delle prenotazioni e al momento, per quanto riguarda Pasqua: le attese sono quelle di un turismo domestico, o straniero di prossimità quindi sostanzialmente europei come abbiamo visto anche la scorsa estate. Con l’incognita in più dei costi dei carburanti che pesano sugli spostamenti. Nel complesso le prenotazioni stanno andando a rilento».

La guerra in Ucraina e la pandemia ancora non finita frenano le prenotazioni e anzi, favoriscono le cancellazioni e il last minute, «ormai si sa che si trova sempre posto, anche all’ultimo minuto», aggiunge Roscioli. Anzi, dice Colaiacovo, «il quadro difficile innescato dalla guerra, spinge i turisti a prenotare sempre più sotto data: ormai siamo al last second e questo crea delle ulteriori difficoltà per le aziende del settore che faticano ad organizzare l’accoglienza non potendo contare su una programmazione».

Source

“https://www.corriere.it/economia/consumi/22_marzo_26/vacanze-pasqua-tornano-turisti-ma-citta-d-arte-sono-meta-20ea7eee-ac51-11ec-b7d6-769a9aeeea07.shtml”

Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐
Clicca qui

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

 
Richiedi info
1
Richiedi informazioni
Ciao Posso aiutarti?
Per qualsiasi informazione:
Inserisci il tuo nominativo e una descrizione sintetica dell'agevolazione richiesta.
Riceverai in tempi celeri una risposta.