........attendi qualche secondo.

#adessonews ultime notizie, foto, video e approfondimenti su:

cronaca, politica, economia, regioni, mondo, sport, calcio, cultura e tecnologia.

per le ricerche su Google, inserisci prima delle parole di ricerca:

#adessonews

 

Siti per ottenere una PEC gratuita #adessonews

Come creare una mail PEC gratis (Posta elettronica certificata) o che abbia un prezzo economico

PEC gratis La PEC (ossia la Posta Elettronica Certificata) è uno strumento indispensabile per poter inviare e ricevere email certificate dalla Pubblica Amministrazione, dai professionisti con partita IVA e, più in generale, dalle aziende. Di fatto essa sta sostituendo gradualmente il vecchio e lento Fax, che finora veniva considerato l’unico mezzo con cui poter inviare un documento e avere la certezza che il destinatario l’avesse ricevuto.

Se per lavoro o per necessità dovessimo aver bisogno di una PEC, in questa guida abbiamo raccolto tutti i servizi che permettono di ottenere una PEC gratis per un periodo limitato di tempo, così da poter ricevere e inviare le email necessarie senza dover per forza di cose sottoscrivere un abbonamento mensile.

Purtroppo al momento non è possibile attivare una PEC gratis per sempre: quindi se si ricevono e inviano molte PEC, conviene sicuramente scegliere il servizio che ci piace di più e pagarlo, così da averlo sempre a disposizione.

LEGGI ANCHE -> Creare un indirizzo Email: migliori servizi di posta elettronica gratis

Cosa è la PEC

Il funzionamento della PEC è abbastanza semplice, anche se all’inizio potrebbe mettere in difficoltà un utente alle prime armi. Per farla molto breve una PEC differisce da una email tradizionale per via del suo avanzato sistema di invio e ricezione: ogni volta che inviamo una PEC, viene generato un certificato unico gestito dal server di posta e disponibile sia al mittente che al destinatario: il primo riceverà una notifica che certifica l’invio e anche una notifica che certifica la ricezione dell’email da parte del destinatario, mentre quest’ultimo avrà la certezza di aver ricevuto una email da quella precisa persona.

Per la legge italiana la PEC ha infatti lo stesso valore legale di una raccomandata con ricevuta di ritorno, quindi può essere utilizzata al posto del servizio di posta raccomandata tradizionale per inviare plichi di documenti importanti, contratti, certificazioni e qualsiasi altro documento richiesto dalla Pubblica Amministrazione e dalle aziende private.

Proprio per questo motivo dovremo proteggere la PEC in maniera molto più scrupolosa rispetto alla semplice email, evitando di comunicarla troppo in giro e di inserirla online: un uso non autorizzato può portare a conseguenze legali molto gravi, visto che tutto quello che inviamo risulta certificato a nostro nome (quindi ne siamo pienamente responsabili).

La PEC è una cosa completamente diversa dallo SPID, che è la nostra identità digitale e permette di accedere ai servizi web della pubblica amministrazione.

Migliori PEC gratuite

Dopo avervi presentato un breve estratto su come funziona la PEC, vediamo insieme i servizi PEC che possono essere sfruttati gratuitamente per un periodo limitato di tempo. Purtroppo al momento non esiste un servizio gratuito al 100%, dovremo accontentarci dei servizi a prova gratuita limitata.

Legalmail

Il primo servizio che vi raccomandiamo di utilizzare per avere una PEC gratuita è PEC Legalmail, gestito da InfoCert.
Dopo aver aperto la pagina, facciamo clic in basso su Prova gratis, così da poter iniziare subito la registrazione e, ad attivazione avvenuta, avremo 6 mesi di prova gratuita per il servizio scelto.

Attivando il piano PEC Silver otterremo una casella PEC da 8 GB, con inclusi i servizi legati all’archivio di sicurezza, all’accesso alla casella da Android e iPhone e le comode notifiche via SMS. Al termine del periodo di prova, il servizio ci costerà 39 € + IVA all’anno.

Se vogliamo risparmiare qualcosa possiamo anche sottoscrivere il piano PEC Bronze, disponibile al costo di 25 € + IVA all’anno (una semplice PEC da 5 GB). Se invece vogliamo il servizio completo dovremo puntare sul piano PEC Gold, il cui costo è di 75€ + IVA all’anno (per una PEC completa da 15 GB di spazio, oltre a tutti i benefici già visti nel piano Silver).

Register.it

Altro servizio PEC che possiamo provare gratuitamente per un periodo limitato di tempo è PEC Register.it.
Register.it Aprendo il sito è sufficiente fare clic sul pulsante Attiva PEC gratis, presente sotto la sezione PEC Agile da 2 GB, quindi seguire tutti i passaggi indicati per poter avere subito la nostra PEC gratuita. Al termine del periodo di prova di 6 mesi, pagheremo l’abbonamento a 33,90€ + IVA all’anno, con l’aggiunta dei servizi di notifiche via SMS e l’accesso anche da smartphone Android e iPhone.

Se necessitiamo di maggiore spazio al momento del rinnovo, possiamo anche sottoscrivere il pano PEC Unica, che permette di avere una casella PEC da 3 o 5 GB, così da poter conservare una quantità di email certificate maggiori. In base alla capienza scelta, cambia anche il costo del servizio: per i 3 GB dovremo pagare 1,98 € al mese + IVA, mentre per avere la casella da 5 GB dovremo sborsare 3,44 € al mese + IVA.

Servizi PEC economici

Se proprio dobbiamo spendere dei soldi per la PEC, tanto vale scegliere il servizio più economico possibile, così da avere comunque la PEC e spendere una cifra molto bassa ogni anno. In questo capitolo vedremo quali provider PEC conviene scegliere per risparmiare.

PosteCert

Se vogliamo affidarci ad un ente sicuro e affidabile, nessuno batte la PEC offerta da Poste Italiane, ossia PosteCert.
PosteCert Con soli 5,5€ + IVA all’anno (per il profilo utenti privati), avremo una casella PEC completa, con 200 invii al giorno, dominio @postecert.it, 100 MB di spazio e la possibilità di aggiungere ulteriore spazio in qualsiasi momento (pagando ogni 100 MB aggiuntivi 1€ + IVA).

Una PEC semplice, ma l’ideale per chi vuole spendere pochissimo e desidera comunque avere una PEC per le aziende e per le Pubbliche Amministrazioni.

Aruba PEC

Uno dei servizi PEC più affidabili in Italia è Aruba PEC, azienda famosa che fornisce siti, hosting e quant’altro a prezzi concorrenziali.
Aruba Attualmente questa è la migliore casella PEC per chi vuole risparmiare ma desidera avere una quantità di spazio e di funzionalità avanzate: infatti con questa PEC avremo (al costo di 5€ + IVA al primo rinnovo, poi 7,9€ + IVA all’anno) 1 GB di spazio, sistema antivirus e antispam integrato, l’app dedicata Aruba PEC e servizio avanzato per leggere le fatture elettroniche.

Se desideriamo aumentare lo spazio e i servizi, invece del piano PEC Standard (che vi abbiamo illustrato poco fa), possiamo puntare sui piani PEC Pro e Premium, che ad un costo superiore permette di avere fino a 8 GB di archivio e le notifiche SMS.

Come leggere la PEC da telefono

Dopo aver attivato la nostra casella PEC (in prova o in abbonamento), vi consigliamo di configurare subito il client di posta elettronica sul nostro telefono, così da poter rispondere o ricevere la posta PEC anche quando siamo in mobilità.

La migliore app per leggere le caselle di posta PEC è Gmail, già integrata come app di sistema su Android e scaricabile gratis anche su iPhone.
Gmail PEC Utilizzando quest’app potremo configurare molto facilmente l’account PEC come email aggiuntiva, così da leggere i messaggi PEC direttamente dentro l’app, senza dover scaricare un client dedicato (spesso di qualità inferiore rispetto a Gmail).

Altra app che possiamo utilizzare gratis per leggere la PEC dal telefono è Microsoft Outlook, disponibile per Android e per iPhone.
Outlook PEC Dopo aver installato l’app non dobbiamo far altro che aprire il sistema per aggiungere nuove caselle di posta e inserire le credenziali d’accesso della PEC, così da ottenere rapidamente accesso a tutti i messaggi.

La configurazione della PEC con queste due app dovrebbe essere automatica, senza troppe configurazioni: se l’app non riesce ad accedere alla casella PEC conviene leggere le istruzioni fornite dal provider PEC scelto, così da poter procedere con la configurazione corretta.

In un altro articolo abbiamo visto altre App per accesso posta certificata PEC, che possiamo utilizzare come valide alternative a quelle proposte nella guida.

Conclusioni

Come abbiamo potuto vedere i servizi PEC possono essere provati anche gratuitamente, così da poter venire incontro ad un’esigenza impellente da risolvere. Sfruttando tutti e due i servizi PEC con prova gratuita, potremo avere fino ad un anno di PEC gratis, dopodiché dovremo decidere quale servizio mantenere e (inevitabilmente) pagare. Se vogliamo pagare subito e tenere la PEC a lungo, vi consigliamo di puntare ad occhi chiusi su Aruba PEC, che offre la giusta quantità di spazio e di servizi integrati ad un buon prezzo.

Se siamo imprenditori o riceviamo spesso molte fatture insieme alla PEC conviene avere a portata di mano dei programmi per Fattura elettronica, così da leggere subito le fatture elettroniche una volta ricevute via PEC.

Abbiamo ricevuto una PEC su email normale e non sappiamo come aprire i file EML? Per aprire questi speciali file possiamo utilizzare dei programmi e app per aprire file EML, così da leggerne il contenuto come fosse una pagina web.

Source

“https://www.navigaweb.net/2019/09/come-avere-una-pec-gratuita.html”

Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐
Clicca qui

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

 
Richiedi info
1
Richiedi informazioni
Ciao Posso aiutarti?
Per qualsiasi informazione:
Inserisci il tuo nominativo e una descrizione sintetica dell'agevolazione richiesta.
Riceverai in tempi celeri una risposta.