Finanziamenti per estinguere debiti a saldo e stralcio

Siamo operativi in tutta Italia

Firenze, nuovi autobus elettrici per il centro con i primi fondi dall’Europa


Finanziamenti per estinguere debiti a saldo e stralcio

Siamo operativi in tutta Italia

Tanto per dare un’idea, ci sono 18,4 milioni per le aree verdi, tra giardini e parchi da ingrandire, riqualificare, creare ex novo (come il parco Florentia all’Argingrosso, 4 milioni tra bonifiche e realizzazione) ma anche piccoli, a volte piccolissimi interventi da piazze a parcheggi, diffusi nella città (ma anche in centro storico) per abbattere le «isole di calore». Ma ci sono anche i fondi per riparare la rete gestita da Publiacqua, quelli per riqualificare l’ex campeggio Michelangelo alla Fortezza. Si potranno acquistare «compattatori» per plastica, alluminio e altri rifiuti, sia per zone industriali e artigianali che per piazze e aree frequentate in città, dove chiunque potrà mettere lattina o bottiglia (e magari ricevere subito un «presente», come succede in tante città europee).

Progetti trasversali, si pensi al verde, ma anche all’efficientamento energetico di palazzi comunali, dallo sport ai centri giovani passando dalle scuole e a tutte le piscine di proprietà di Palazzo Vecchio. E infatti, alla presentazione in Sala d’Armi del «pacchetto», insieme al sindaco Dario Nardella c’erano la vicesindaca Alessia Bettini, gli assessori Benedetta Albanese, Cecilia Del Re, Sara Funaro, Federico Gianassi, Stefano Giorgetti, Cosimo Guccione, Alessandro Martini ed Elisabetta Meucci. Sei milioni serviranno anche per introdurre nuovi bus elettrici in centro storico, che il Comune vorrebbe facessero un servizio con la frequenza della tramvia (ogni 5 minuti). Peraltro, il sindaco ha parlato con il ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani perché con i fondi del Pnrr (successivi) «parta qua la sperimentazione dei bus ad idrogeno», l’ultima frontiera al momento della sostenibilità dei motori per trasporto pubblico.

Molti degli altri fondi futuri del Pnrr passeranno dalla Regione, che li distribuisce dopo averli ricevuti dall’Unione europea. E qui Nardella, anche come presidente di Eurocities, lancia un appello: «L’arrivo diretto dei fondi alle Città metropolitane è il modello che Eurocities, chiede a Bruxelles, soldi dati direttamente alle città dal governo perché altrimenti rischiamo di non avere il tempo di spenderli. Un modello da replicare».

Blocco procedure esecutive

Siamo operativi in tutta Italia

16 ottobre 2021 | 08:10

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Source

“https://corrierefiorentino.corriere.it/firenze/notizie/cronaca/21_ottobre_15/firenze-nuovi-autobus-elettrici-il-centro-primi-fondi-dall-europa-0ad1f7e6-2dd9-11ec-9ca5-f4817997a20d.shtml”
Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

Blocco procedure esecutive

Siamo operativi in tutta Italia

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui